farella scrittoretony farella

Tony Farella è nato e vive a Venezia. Ha collaborato per anni con le riviste iTreni e Voies ferrées con articoli e fotografie, poi nel 2001 ha fondato con Giusto Cavinato il sito www.ebraismoecristianesimo.it. Nel 2011 ha pubblicato il romanzo storico Aquile a Gerusalemme (Arduino Sacco Editore). Innamorato della sua città, vi ha ambientato la trilogia dedicata al magistrato Martìn Navagèr, il cui primo volume dal titolo Il consigliere Martìn Navagèr (ioScrittore Gruppo editoriale Mauri Spagnol), è disponibile in ebook .

AQUILE A GERUSALEMME

Copertina del libro "Ai piedi del tempio"

Tiberio Giulio Cesare è l’Imperatore e le Aquile di Roma dominano il mondo, ma in Giudea, una delle regioni orientali, vi è chi non accetta tutto ciò. Lì vi sono gli zeloti, gli Ebrei “zelanti” nelle cose di Dio che usano i loro pugnali contro gli occupanti e quanti li aiutano. Jitzchaq è uno di loro e Valerio Felix, centurione della Decima Legione di stanza a Gerusalemme, ha il compito dicatturarlo. A Nim, un paese a 15 miglia da Gerusalemme, abita Daniel ben Shlomo. È un vasaio ed è umile e pacifico, ma quando viene travolto dalla lotta in corso fra i due, è costretto a fare una scelta che cambierà le vite di tutti.


il consigliere MARTÌN NAVAGÈR

Martin NavagerVenezia, 1555.Un delitto efferato si consuma in calle Minio: Anzolo Tònega, rispettato cittadino e abile artigiano amico di Tiziano, uccide accecato dalla rabbia la moglie Ana, all'ottavo mese di gravidanza. Mentre si libera del corpo della donna gettandolo in un canale, i suoi pensieri vanno già all'amante, la raffinata prostituta Madalena Santolini, che adesso potrà finalmente sposare. Gli eventi, però, non seguono il corso previsto. Madalena è tormentata dalle sue radici ignote, e non è sicura di voler trascorrere la sua vita vicina ad Anzolo. Il cadavere di Ana, intanto, viene ripescato e del caso inizia a occuparsi l'integerrimo Martìn Navagèr, magistrato dell'Eccelso Consiglio dei Dieci, con l'aiuto del chirurgo Zanandrea dela Crose. L'intuito del consigliere Navagèr sarà sufficiente? Oppure un innocente finirà in carcere? Tra le acque placide e gli angoli bui della città non è facile distinguere ciò che è reale da ciò che non lo è: denunce anonime, minacce, amori e nuovi omicidi sono solo una delle facce di questo romanzo, spiazzante e travolgente come la vita frenetica della Venezia che fa da sfondo. O da protagonista.

Scrivi a Tony Farella
Tony Farella